Più di 100mila persone all’anno in tutto il mondo sono ucciso dal morso di un serpente (molte più del virus Ebola) ma il problema è sempre stato ignorato.

EBOLA-SLIDE

E anche se una vittima del morso di serpente è abbastanza fortunata da trovare un ospedale con antiveleno, oltre 400mila persone all’anno rimangono con disabilità permanenti. Nelle ore che possono impiegare per trovare un antiveleno efficace, il veleno di un serpente può devastare nervi, muscoli e tessuti causando deformità permanenti nelle mani e nei piedi. Inoltre, a causa della tensione economica delle cure di follow-up, molte vittime di morsi di serpente non sono in grado di ricevere il trattamento adeguato di cui hanno bisogno nel mese successivo all’attacco.

Life-Changing-Disabilities

L’ente di beneficenza inglese Wellcome Trust ha annunciato di voler investire 80 milioni di dollari nella ricerca di nuovi antidoti. Quelli in uso non sono sufficienti poichè possono trattare solo alcuni casi.Sono allo studio anche farmci da assumere per via orale subito dopo essere stati morsi, una vera svolta. La società californiana Ophirex  (con a capo Matthew Lewin) spera di poter avviare nuove sperimentazioni cliniche già il prossimo anno in Nuova Guinea.

Se vuoi approfondire visita: http://minutestodie.com   e  https://www.ophirex.com/

matthew_lewin